Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Novità Airbnb: l’azienda vuole rendere unica l’esperienza di viaggio

© by airbnb.com

Novità Airbnb: un’esperienza immersiva per i turisti

Il portale da oggi vuole offrire qualcosa di più ai suoi clienti, che usufruiscono delle abitazioni messe a disposizione dall’aderenti alla community. Infatti vuole rendere l’esperienza del turista unica, facendogli scoprire la città e ciò che ha da offrire chiamando all’appello i proprietari delle case. Questo è ciò che è emerso dai vertici aziendali al BITE LIVE, evento tenutosi il 9 Novembre.

Il portale on-line americano Airbnb nato nel 2008 e creato da Brian Chesky ha incoraggiato i suoi ospiti ad interagire con i turisti/viaggiatori ospitanti, a fare “quel qualcosa in più” ed organizzare viaggi personalizzati in città.

Innanzitutto per chi è a digiuno, Airbnb è un portale online o meglio una community dove chi ha più camere disponibili nella propria casa ha la possibilità di affittarle ad un prezzo stracciato oppure mettere a disposizione dei clienti le proprie abitazioni private per brevi soggiorni.

E’ una buona esperienza di viaggio e di alloggio dal punto di vista economico e culturale perché vivi la vera vita del posto.

La novità Airbnb è quella di incitare gli ospiti a prendere per mano i propri viaggiatori ospitanti e di fargli fare un’esperienza end-to-end, ossia un viaggio nel viaggio in città.

Per esempio: se si arriva in una famosa capitale tipo Londra, si potrebbe organizzare un tour per i più famosi negozi londinesi…invogliare il viaggiatore a fare quel qualcosa in più…ecco cosa vuole Airbnb!!

Questa trovata è stata la strategia in più per Airbnb per ampliare il suo mercato, trovando però un po’ di problemi ed ostacoli a Berlino, i cui abitanti non hanno accolto di buon grado questa nuova idea di business. Il problema sono stati gli albergatori tedeschi che vedevano ospitare sempre meno turisti e non vedevano di buon occhio questo portale come propria concorrenza.

Grazie alla campagna sperimentale lanciata da Airbnb, collaborando con artisti ed influencer di settore, adesso i tedeschi sono maggiormente favorevoli allo sviluppo del portale.

airbnb

Alle domande poste dal Marketing Week Magazine, il marketing manager Ben Kandall ha risposto: 

Non possono essere solo esperienza di ospitalità e alloggio, ma abbiamo voluto che la community offrisse di più della semplice ospitalità. Questa compagnia è venuta ad esistere a causa di problemi ed ostacoli nel settore alberghiero, ma ciò che l’ha portata in vita è la voglia di connettere le persone con la cultura e i riferimenti storici della città che li ospita.”

Per poter rispondere alla novità Airbnb, secondo voi cosa dovrebbero fare i rappresentanti del settore alberghiero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *