Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

I migliori tool di Social Media Marketing secondo Pop Up – 1°Parte

I migliori tool di Social Media Marketing divisi per funzioni assolte

Il mondo dei social media è molto complesso, con tanti canali da gestire e sui quali pubblicare. Per cui diviene sempre più complicato lavorare con profitto sui vari canali, tenendo anche conto di cambi di algoritmi, modifiche dalla sera alla mattina e tutte le novità che vengono aggiunte di volta in volta.

Un’attività che diviene così complessa a volte ha bisogno di un alleato: ed ecco qui che vengono in nostro aiuto programmi e tool di social media marketing che possono facilitarci la vita. In questo post abbiamo voluto analizzare una serie di programmi utili alla gestione dei nostri canali sociali, cercando di individuare i migliori e quelli più utili alla nostra attività.

In generale i programmi e i tool di social media marketing si dividono per funzioni assolte in:

  • GESTIONE;
  • RICERCA e MONITORAGGIO;
  • ANALISI;
  • SENTIMENT ANALYSIS e INFLUENCER;

Ecco a voi i migliori programmi secondo Pop Up Magazine divisi per funzione assolta.

Gestione

La gestione dei social media è un affare alquanto complicato oggi nel mondo del Social Media Management. Infatti, soprattutto quando i canali da gestire sono tanti, spesso diviene complicato poter ottemperare al meglio alla gestione di tutti i canali senza l’utilizzo di programmi atti allo scopo. Ed è per questo motivo che questi tool sono consigliati soprattutto ad aziende e agenzie di comunicazione e alcuni di questi sono nati proprio con questo scopo.

Ecco a voi i migliori:

Hootsuite

Questo tool consente di ottemperare a molteplici funzioni. Infatti consente di programmare i propri post sui diversi canali sociali, applicare shortlink ai propri post (importante nel caso abbiate ad esempio canali Twitter da gestire e dobbiate rientrare nei 280 caratteri), gestire al meglio il proprio calendario editoriale. Inoltre ha ulteriori funzioni avanzate di monitoraggio e analisi. Esistono diversi programmi che vanno dal free fino all’enterprise, per il quale il prezzo viene concordato in base alle funzioni da ottemperare. Infine voglio segnalare per Hootsuite la sezione formazione, utile per approfondire gli argomenti collegati ai social media e all’utilizzo della piattaforma. Una delle migliori piattaforme di social media management per qualità e prezzo. Io ho usato questo tool per svariati anni e continuo a volte ad usarlo per la gestione di Google Plus.

Postpickr:

Questo programma voglio senz’altro consigliarlo vivamente per tutti coloro che vogliano gestire i propri social media in maniera professionale ma al tempo stesso con la giusta semplicità nell’utilizzo. Infatti tra le diverse funzionalità d’uso abbiamo quelle di poter programmare i post, inviare i propri post contemporaneamente su più piattaforme, poter ripubblicare gli stessi post quante volte si vuole e nelle ore nelle quali si prevede il maggior flusso di persone sui propri social. Ottimo per la gestione del tuo calendario editoriale, contiene in automatico la creazione degli shortlink in bitly e consente la gestione in tutta sicurezza del tuo progetto online con tutti gli altri membri del team. Infine due funzioni interessanti sono quelle di avere a disposizione un database di immagini free (prive di copyright) da poter usare per integrare il proprio post e  la funzione di aggregatore: infatti aggrega in un unico ambiente le fonti preferite: feed, blog, account social, app e repository. E’ possibile in questo modo importare e condividere automaticamente i migliori contenuti mentre navighi sul web. I piani vanno dal free fino all’agency, il più costoso (79 € al mese40 Progetti, 150 Canali Social + 16 Membri del Team). Da provare!

Sprout:

Rispetto ai primi due è molto più costoso, ma al suo interno vi sono tantissime funzioni che renderanno la gestione dei tuoi social media un gioco da ragazzi! Come le prime due piattaforme consente di pianificare l’invio dei propri post e inviarli nelle ore di maggiore presenza sui social rispetto al tuo pubblico, oltre che di poter postare su più social media contemporaneamente. Inoltre consente di poter lasciare il post in bozza per fare in modo da controllarne l’effettiva efficacia e il successivo invio da parte di un altro addetto. Tantissime le funzioni da annoverare, tra le quali spicca il calendario editoriale, l’organizzazione del visual content collegato al post e un’accurata analisi dei risultati prodotti dai post in termini di reach, risposte e click sul post. Questo programma però è molto utilizzato anche per tantissime altre funzioni come il sentiment e il monitoring, per cui è un tool completo: i prezzi arrivano fino ai 249 euro al mese per singolo utente. Tra i suoi clienti si annoverano Dropbox ed Edelman.

Buffer:

Una menzione infine la merita anche Buffer, un programma dedicato alla gestione e alla pubblicazione sui tuoi social media, in maniera pratica e veloce. Adatto anche a chi non ha molte pretese e si avvicina al mondo dei social media per la prima volta. Si parte da due piani: starter plans che consente di personalizzare il proprio abbonamento fino ai 10$ al mese (per il piano awesome) e business plans, molto più completo, performante e professionale, adatto a piccole e medie agenzie che arriva alla gestione congiunta fino a 150 canali social ma che ha un costo mensile di 399$.

Ricerca e Monitoraggio

Per la ricerca e il monitoraggio sui social media abbiamo al nostro arco diverse frecce da poter scagliare di volta in volta con programmi e tool per tutte le tasche. Infondo monitorare i social media e il web diviene un’attività fondamentale per capire cosa viene detto di noi e sui nostri competitor. Ma adesso vediamoli insieme!

I migliori tool di social media management, utili alla ricerca e al monitoraggio, a nostra disposizione possono esserci forniti da Google: infatti Google Trends e Google Alert possono esserci utili per poter monitorare le ricerche sul web (sui motori di ricerca per lo più) su una particolare parola chiave e gratuitamente. Possono essere utili per individuare un nuovo tema di discussione molto in voga sul web (che possiamo usare per i nostri post) e capire di quell’argomento di discussione quali sono i post e gli articoli più interessanti. Se siamo inoltre un brand affermato, possiamo monitorare con Google Trends la zona geografica nella quale il nostro brand è maggiormente ricercato e su quali argomenti.

I due tool che trovo molto interessanti in questo frangente sono Mention e BuzzSumo. 

Mention: 

Discutendo delle funzioni di social media monitoring, queste comprendono:

Partecipazione alla discussione
Le integrazioni di Twitter, Facebook e Instagram ti consentono di rispondere e impegnarti direttamente nella tua bacheca di Mention.

Monitoraggio
Le app per IOS e Android, Mac e PC ti consentono di reagire immediatamente da qualsiasi parte del mondo.

Team marketing
Collabora con il tuo team di social media condividendo e assegnando compiti.

Impara e migliora
Report personalizzati e dashboard di analisi ti mostrano ciò che funziona e forniscono ricerche di mercato su misura.

Gestisci la tua comunità
Una dashboard, strumenti collaborativi e miliardi di fonti. Collega i tuoi account social per reagire dall’app.

Trova influencer
I punteggi di influencer incorporati mostrano le voci più importanti in base al settore, quindi sai a chi rivolgerti.

Insomma queste e tante altre funzioni per un prezzo che parte dai 29 dollari al mese. Ne vale però certamente la pena per chi fa dei social media il suo lavoro.

BuzzSumo:

Per ciò che concerne BuzzSumo, beh, chi di voi non ne ha mai sentito parlare? Io credo che sia il programma di social media monitoring più completo in assoluto ed è infatti usato da grandi aziende del calibro di IBM, Yahoo!, Expedia, Rolling Stone, National Geographic e tanti altri ancora. Una delle funzioni, tra le tante del brand, di cui vogliamo parlarvi, è senz’altro quella del brand monitoring. Infatti attraverso questa funzione è possibile tenerti aggiornato sui contenuti nuovi e di tendenza. Puoi impostare avvisi per il tuo marchio, i concorrenti, le parole chiave, gli autori, i domini e anche andare a ritroso nel tempo.

Se stai inoltre creando contenuti per il tuo marchio o per i tuoi clienti, devi tenere d’occhio i concorrenti. Avrai bisogno di informazioni competitive come:

Che contenuto sta ottenendo l’attenzione per i miei concorrenti?

Quali reti stanno avendo successo?

Chi sta condividendo il loro contenuto?

Come si confronta con il nostro contenuto?

Nello specifico riusciremo in questo modo ad analizzare:

Il contenuto più condiviso dal concorrente
Inserisci il dominio di un concorrente per cercare il loro contenuto più condiviso. Analizza ciò che funziona per loro utilizzando i filtri di BuzzSumo come i formati di contenuto che stanno utilizzando e le reti che ottengono il maggior successo.
Amplificatori che condividono il contenuto del concorrente
Vedi chi ha condiviso i contenuti del tuo concorrente. Filtra per partecipanti, per numero di follower o engagement. Puoi anche esportare l’elenco di chi ha condiviso.

Avvisi sui contenuti dei concorrenti
Ricevi un avviso sui contenuti ogni volta che il contenuto viene pubblicato dal tuo concorrente creando un avviso. Gli avvisi di contenuto possono essere inviati immediatamente all’utente e sono disponibili anche nella dashboard. Non perdere mai un post breakout dal tuo concorrente.

Rapporti sul rendimento dei contenuti della concorrenza
Ottieni report dettagliati sulle prestazioni dei contenuti della concorrenza. Scopri dove stanno ottenendo il successo, analizza le condivisioni medie per rete, per formato dei contenuti, per lunghezza e giorno dei contenuti pubblicati.

Report di confronto con la concorrenza
Utilizza i rapporti di confronto del dominio BuzzSumo per confrontare le prestazioni del tuo contenuto con il tuo concorrente o rivedere le prestazioni di due concorrenti.

Ma quanto costa abbonarsi a BuzzSumo? Diciamo che non è certo un tool tra i più economici in circolazione. Diciamo che per chi lo vuole provare, questo costa 79$ al mese e permette di assolvere alle funzioni base. Per quelle più approfondite e complete si può giungere anche fino a 499$ al mese. Utile se sei un brand che fa parlare di se 🙂

Conclusioni prima parte

Siamo giunti solo alla prima parte del nostro racconto sui migliori tool di Social Media Marketing. Le prossime le dedicheremo ad Analisi e Sentiment.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *