Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Growth hacking per E-commerce: 17 strategie da testare (prima parte)

Growth hacking E-commerce: le principali strategie

Negli ultimi cinque anni, il “growth hacking” è esploso in termini di popolarità tra gli internet marketer esperti, le aziende che impiegano il modello SaaS (Software come servizio) e gli imprenditori del settore ICT.

Il growth hacking è un concetto abbastanza semplice: è l’idea che ogni strategia, idea, progetto o tattica che si sviluppi e implementi per la tua attività debba essere incentrata su una cosa: portare alla crescita. E per la maggior parte delle imprese, la crescita equivale a una cosa: aumentare i profitti.

Sebbene il growth hacking sia stato storicamente qualcosa riservato ai product teams e ai marketer esperti, sta cominciando ad essere lentamente adottata e utilizzata da altri tipi di imprese, come piccoli negozi fisici, aziende ed E-commerce .

Nel complesso, l’obiettivo del growth hacking è quello di sviluppare ed eseguire test veloci, campagne e programmi che possono aiutare ad identificare meglio le strategie, i canali e le aree di focus che possono essere utilizzate per far crescere l’attività.

Allora, da dove puoi cominciare?

Qui ci sono 7 delle 17  strategie di growth hacking da testare nei prossimo mesi per far crescere il tuo E-commerce.

1. La sezione commenti, recensioni e testimonianze, generate dall’utente

Puoi lanciare un bellissimo sito web, creare annunci social avvincenti e scrivere un accattivante storytelling, ma nessuno dei tuoi sforzi di marketing e pubblicità sarà mai più potente ed efficace come un’autentica raccomandazione da parte di un vero essere umano che ama i tuoi prodotti. Questa tattica si basa sull’utilizzo di messaggi personali – contenuti generati dagli utenti sotto forma di recensioni, testimonianze scritte, video di unboxing e altre forme di lode da parte dei clienti – in modo da spingere nuovi clienti a provare i tuoi prodotti.

Come iniziare: per implementare questa tattica, prova a includere più recensioni e testimonianze sulla tua homepage, sulle pagine dei prodotti e anche sulla tua pagina “chi siamo”. Puoi anche aggiungere testimonianze negli annunci pubblicitari o nelle email inviate alla tua lista contatti. Probabilmente la tua piattaforma E-commerce prevede già un modo per sfruttare recensioni e testimonianze, ma se non fosse così, puoi utilizzare uno strumento come Yotpo  per aggiungere facilmente i contenuti generati dagli utenti al tuo sito web.

growth hacking ecommerce- social proof statement

2. Guest Post

Il blog sul tuo sito web è un ottimo modo per costruire e nutrire i rapporti con i potenziali clienti, ma per attirare più traffico e connettersi a persone che sarebbero interessate ad acquistare i tuoi prodotti, è necessario poter raggiungere un nuovo pubblico e attirare nuovi clienti. Uno dei modi migliori per farlo è scrivere un articolo su un altro blog che conosci con un pubblico simile o correlato al prodotto che vendi.

Come iniziare: fai un elenco di potenziali blog con i quali ti interesserebbe collaborare: i blog che hai scelto dovrebbero riguardare o essere collegati in qualche modo al tuo prodotto e al tuo business. Contatta i responsabili di questi blog e scopri se puoi avere la possibilità di fare un guest post sul loro sito web. Non scrivere un articolo promozionale. Offri valore, e il resto verrà da solo. Assicurati di aggiungere collegamenti ai tuoi blog e sito web nel tuo guest post e imposta i tuoi software per ​​monitorare se le persone che sono giunti sul tuo sito, utilizzando questi link, hanno acquistato i tuoi prodotti.

3. La cartolina di ringraziamento

Inviare cartoline di ringraziamento scritte a mano verso i tuoi nuovi clienti è un modo incredibilmente semplice per impressionarli, convincerli a comprare nuovamente e incentivarli a informare altre persone riguardo la tua attività. In un’epoca in cui tutti stanno automatizzando ogni cosa fino al punto in cui non si capisce se ci sono effettivamente delle persone dietro l’attività dalla quale stanno acquistando i prodotti, è possibile distinguersi dai concorrenti offrendo un servizio personale, genuino e premuroso, nato da veri esseri umani.

Come iniziare: Ci sono due modi per farlo: è possibile assumere stagisti che scrivano manualmente le cartoline di ringraziamento per voi e inviarle per posta oppure utilizzare un servizio come il Thankbot (sì, è tecnicamente un’automazione, ma ogni cartolina viene scritta a mano da una persona effettiva). L’obiettivo è quello di fare in modo che i tuoi clienti siano desiderosi di fare affari con te in modo da diffondere il passaparola sui social media.

Non avere paura di chiedere loro di raccontare di te agli amici, ma incentivali, promettendo uno speciale codice promozionale o coupon che gli verrà consegnato non appena il loro aggiornamento mostra che la tua azienda è stata menzionata sui social media.

4. A / B test della landing page del prodotto

L’esecuzione di A / B test è probabilmente uno dei più comuni growth hacks che le aziende utilizzano per accrescere le conversioni nei loro siti web. Negli E-commerce, è possibile testare tutti i tipi di strategie per aumentare le vendite. Per questa tattica, puoi concentrarti specificamente sulle pagine dei tuoi prodotti. Quello che stai cercando di fare è apportare piccole modifiche all’aspetto e all’ux della tua pagina per generare più vendite.

Come iniziare: per eseguire A / B test sulle pagine dei prodotti, è possibile utilizzare strumenti come Optimizely o VWO . In alternativa, puoi affidarti ad un’azienda esterna per impostare tutti i test per te. Per aumentare le vendite, metti alla prova una delle seguenti idee:

  • Foto di prodotti grandi vs. foto di prodotto piccole;
  • Inserire un marchio di garanzia vs. non inserire un marchio di garanzia;
  • Mostrare limiti riguardo alla disponibilità del prodotto vs non mostrare limiti riguardo alla disponibilità del prodotto;

5. Exit Intent Pop-Up

growth hacking ecommerce_17 strategie per vendere di più

In qualità di imprenditori o di marketer, probabilmente trascorri molto tempo a pensare a come aumentare il numero di persone sul tuo sito web e come migliorare la esperienza del tuo visitatore quando questo arriva finalmente sul tuo sito. Ma cosa fai per catturarli prima che loro vadano via?

Lo scopo degli Exit Intent Pop-Ups è quello di catturare i visitatori che cercano di lasciare il tuo sito web senza acquistare. L’obiettivo è cambiare le loro intenzioni, offrendo uno sconto sui tuoi prodotti o almeno ottenere il loro indirizzo di posta elettronica in modo da poter tentare di coltivarli nel tempo.

Come iniziare: ci sono un certo numero di strumenti che si possono utilizzare per aggiungere facilmente e rapidamente Exit Intent Pop-Ups nel tuo sito web. Alcuni degni di nota: SumoMe, Bounce Exchange e Gleam. Prima di prendere uno di questi strumenti, pensa a ciò che desideri offrire ai tuoi visitatori nel momento in cui cercano di lasciare il tuo sito. Per un E-commerce, un buon modo per iniziare sarebbe un coupon o uno sconto speciale (come la spedizione gratuita) che può essere immediatamente applicato a tutti i prodotti del tuo negozio.

6. La richiesta di condivisione durante la conferma dell’ordine

Quando gestisci un E-commerce, il tuo lavoro non è finito una volta che si effettua la vendita iniziale, in realtà, è solo l’inizio. Una volta che si riceve un visitatore che si trasforma in un cliente sul tuo sito web, dipende da te se vuoi utilizzarlo come strumento valido per connetterti ad altri clienti potenziali o lasciarlo scomparire nell’oblio. Uno dei modi più semplici per portare i tuoi clienti a diffondere la tua attività è includere un messaggio sulla pagina di conferma dell’ordine o tramite email che li incoraggia a condividere le notizie sul loro acquisto su Facebook o Twitter.

Come iniziare: Uno dei modi più semplici e poco costosi per farlo è quello di utilizzare uno strumento come Click to Tweet per creare un messaggio pre-compilato che i nuovi clienti possono condividere con i loro follower.

Un esempio di messaggio potrebbe essere:

“Ho appena acquistato il mio cappello nuovo di zecca da @AbeLincolnHats! Non vedo l’ora di riceverlo nella posta! Prendi il tuo: [collegamento al negozio]”

Se vuoi fare uno sforzo extra, costruisci una landing page personalizzata specifica per questa campagna: includi un’offerta speciale sulla pagina di destinazione e inserisci il link di questa landing page nel messaggio dell’aggiornamento di Twitter.

7. Inviare a casa una cartolina per creare social engagement

growth hacking per ecommerce_ 17 strategie

Un altro ottimo modo per stimolare il coinvolgimento nei social e innescare il passaparola sulla tua attività è includere una cartolina compilata da te nei pacchetti delle ordinazioni e inviarla ai tuoi clienti. Se i tuoi clienti sono eccitati nel momento in cui ordinano dal tuo negozio, sono ancora più eccitati quando il pacchetto che stavano aspettando arriva finalmente alla loro porta. È il momento perfetto per incoraggiarli a scattare una foto e taggare la tua attività su Facebook o Twitter.

Come iniziare: utilizza un designer interno o assumi un designer freelance per progettare un flyer creativo da includere nei pacchetti di spedizione. Se vuoi andare oltre, informa i tuoi clienti che saranno ricompensati con un coupon o un dono gratuito per condividere il loro aggiornamento sui social media.

Ricorda: l’obiettivo qui è quello di aiutare i tuoi clienti a diventare i tuoi venditori. Se i clienti condividono i loro aggiornamenti sui social media citando la tua azienda, assicurati di rispondere loro in modo genuino – i tuoi clienti futuri stanno guardando.

Se sei arrivato fino a qui allora sei molto coraggioso e davvero interessato ad accrescere la tua attività di E-commerce.

Per rendere questa guida più fruibile troverai le altre strategie nella seconda parte. Continua a seguirci!

Fonte articolo: SocialMediaToday

Fonte immagini: Vwo, YotpoBeeketingSellbrite, TechVoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *