Google aggiunge Search Console ad Analytics per un nuovo modello di analisi

0
224
google analytics 4

Google aggiunge Search Console ad Analytics per un nuovo modello di analisi basata sui dati

Google in questi mesi sta sviluppando una serie di innovazioni utili a migliorare la fruizione dei suoi servizi agli utenti. Una di queste ha a che fare con l’analisi dei dati legata alle nuove norme sui cookie e sulla privacy, che hanno costretto Big G a virare su nuovi modelli di analisi delle statistiche e delle performance dei progetti web.

L’ultima novità in ordine di tempo è l’integrazione di Search Console ad Analytics, utile ad aiutare i web marketer nella loro opera di analisi delle performance dei loro siti web.

Come spiegato dalla stessa Google:

“Search Console fornisce informazioni dettagliate sulle prestazioni di ricerca organica del tuo sito web, incluso il posizionamento del sito nei risultati di ricerca, le query che hanno portato a clic e i dati post clic, come sessioni di coinvolgimento e conversioni. Con la nuova integrazione di Search Console, sarai in grado di comprendere il ruolo che la ricerca organica svolge nell’indirizzare il traffico e il coinvolgimento sul tuo sito rispetto ad altri canali di marketing come annunci di ricerca, e-mail o social”.

L’obiettivo dichiarato quindi è fornire ulteriori dati utili per l’analisi dei risultati prodotti dal proprio sito. Oltre a ciò, Google aggiunge anche l’attribuzione basata sui dati, senza requisiti di soglia minima, alle proprietà di Google Analytics 4.

“I modelli di attribuzione basata sui dati (data driven attribution) di Google ti offrono una migliore comprensione di come tutte le tue attività di marketing influenzano collettivamente le tue conversioni, in modo da non sopravvalutare o sottovalutare un singolo canale. A differenza dell’attribuzione dell’ultimo clic, in cui il 100% del credito va all’interazione finale, l’attribuzione basata sui dati distribuisce il credito a ciascun punto di contatto di marketing in base all’impatto che il punto di contatto ha avuto sulla generazione di una conversione.

Infine, Google sta anche cercando di contrastare la perdita di dati di attribuzione, nel passaggio a maggiori controlli sulla privacy dei dati, aggiungendo ad Analytics una nuova capacità di previsione dei modelli.

“Utilizzando la tecnologia di modellazione avanzata di Google, il nuovo Google Analytics consente di colmare le lacune nella comprensione del comportamento dei clienti quando i cookie e altri identificatori non sono disponibili. Analizza grandi quantità di dati storici, identifica correlazioni e tendenze tra i punti dati chiave e utilizza tali informazioni per fare previsioni sul percorso del cliente”.

L’obiettivo dichiarato da Google riguarda l’aumento del ROI sugli investimenti in marketing:

L’attribuzione basata sui dati migliora il ROI del marketing, aiutandoti a prendere decisioni più intelligenti su dove e quanto investire e, di conseguenza, a generare più conversioni a costi inferiori. Con l’uso dell’apprendimento automatico, l’attribuzione basata sui dati è un approccio più duraturo che fornirà risultati anche quando è difficile osservare le conversioni.

Ad esempio Notino, una piattaforma di bellezza per e-commerce, afferma che l’attribuzione basata sui dati in Google Analytics 4 è essenziale per la sua strategia di misurazione.

Matěj Slavík, Head of Performance Marketing, Notino, a tal riguardo ha affermato:

“Abbiamo riscontrato vantaggi nell’utilizzo di un modello di attribuzione basata sui dati rispetto all’ultimo clic e l’abbiamo implementato come standard per 23 dei nostri mercati. Ora siamo entusiasti di utilizzare la prossima generazione di rapporti sull’attribuzione in Google Analytics 4”.

Conclusioni

Quindi in generale Google sta cercando di sviluppare un nuovo modello che escluda i cookie nelle proprie analisi, ma che possa colmare questa lacuna attraverso un nuovo schema che analizzi i dati e indichi predizioni sul comportamento del cliente, in modo automatizzato, così da ottimizzare gli sforzi e gli investimenti in marketing delle aziende.

Per maggiori informazioni sui nuovi servizi Google, invitiamo a visitare il suo blog ufficiale. Alla prossima con le ultime news sul web marketing a cura del nostro portale!