Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Fenomeni del web: le reazioni del web al caso Sarri-Mancini

I fenomeni del web di questa settimana ci portano a Napoli, e più di preciso a casa Sarri. Infatti non si placano le polemiche, a seguito delle frasi che l’allenatore del Napoli avrebbe rivolto a quello dell’Inter, Mancini, durante il match di calcio, valido per la Tim Cup 2015-16 allo stadio San Paolo (partita poi finita con la vittoria dell’Inter per 0-2).

Ma cosa è accaduto in questa partita da suscitare tanto clamore? “Mancini sei un frocio!” e… patatrack! Si scatena un polverone degno di una tempesta nel Sahara. Sarebbero infatti state queste le parole che l’allenatore Maurizio Sarri avrebbe rivolto al suo collega Roberto Mancini durante la partita di Coppa Italia Napoli-Inter.

Cosa è successo dopo? Il finimondo, lo scompiglio totale, Sarri è diventato il male assoluto, il Darth Vader degli allenatori, alcuni volevano processarlo a Norimberga per crimini contro l’umanità, altri volevano direttamente metterlo al rogo, degno capro espiatorio di questa caccia alle streghe mediatica e soprattutto caccia allo scoop.

Ed ecco una rapida carrellata di ciò che si è agitato nel mondo del web e dei Social Network nelle ultime 48 ore:

Sembra che la bufera non sia ancora passata sebbene l’allenatore del Napoli abbia già avuto la sua condanna, ossia due giornate di squalifica e un’ammenda di 20.000 euro.

Fenomeni del web della settimana quindi si ricopre ricco di significati e riporta alla luce il problema dei gusti sessuali delle persone, che insieme alla legge sulle coppie di fatto, sta animando il popolo italiano, sempre sensibile all’argomento “chi va a letto con chi”. Peccato che con il fallimento di molte aziende, il crack di alcuni istituti di credito, con un paese culturalmente e lavorativamente arretrato come questo, il popolo e la politica dovrebbe cominciare a interessarsi a cosa ben più importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *