TikTok fornisce insight sulle abitudini delle famiglie in piattaforma

0
41
canzoni tiktok

TikTok fornisce utili approfondimenti sull’engagement degli utenti più maturi e delle famiglie in piattaforma

TikTok è il nuovo social che avanza, con tantissime novità sul suo mondo ogni giorno. Ma se questo canale era in passato soprattutto appannaggio dei più giovani, negli ultimi tempi si sta lentamente affermando anche tra le persone più mature: i Millennials e i Baby boomer. A darne notizia è la stessa TikTok, che ha diramato una serie di insight circa l’engagement di questi in piattaforma, con alcuni dati molto interessanti.

Vediamoli insieme nelle righe che seguono: buona lettura a tutti!

TikTok non è più solo il social dei teenager

TikTok, nato da Musical.ly, in precedenza era appannaggio quasi esclusivo dei ragazzi più giovani, i quali si divertivano a postare i loro brevi video dove ballavano e intrattenevano, a colpi di filtri, i propri coetanei. Ma oggi la situazione sta rapidamente cambiando e TikTok sta prendendo piede anche tra i meno giovani, affascinati dalla possibilità di poter interagire, con i video, con gli altri membri della community. A riprova di questo, lo stesso brand ha diramato una serie di dati utili legati all’utilizzo e all’engagement in piattaforma dei suoi utenti più maturi.

In una presentazione ai web marketer sul potenziale della piattaforma per raggiungere i genitori dei ragazzi, TikTok ha condiviso alcuni nuovi dati su come le persone più mature utilizzano la piattaforma per rimanere in contatto tra loro e su come i marchi possono attingere a queste tendenze per massimizzare le prestazioni delle loro campagne.

Come spiegato da TikTok:

“Ogni giorno, milioni di genitori, adolescenti e nonni vengono su TikTok per condividere frammenti della loro vita quotidiana. Ecco cosa è unico: spesso, l’intera famiglia partecipa insieme, e anche gli adolescenti non si tirano indietro. Una volta era una sfida convincere tutti a sedersi fermi per una foto; ora vediamo coreografie perfette di tutta la famiglia, inclusa la nonna”.

Per dare un’idea di questo, il social ha inoltrato una serie di dati utili, come ad esempio gli hashtag popolari legati alla famiglia:

#family – 67 miliardi di visualizzazioni
#familytime – 8 miliardi di visualizzazioni
#parenting – 4 miliardi di visualizzazioni
#momsoftiktok – 44B visualizzazioni
#dad – 25 miliardi di visualizzazioni
#momlife – 20 miliardi di visualizzazioni

Questi ultimi tag, dice TikTok, vedono molti genitori condividere “suggerimenti, trucchi e conoscenze approfondite” sulla piattaforma, che è diventata una nicchia chiave sia per l’intrattenimento che per i consigli.

Quindi quali prodotti cercano i genitori sulla piattaforma?

“Rispetto agli utenti di TikTok che appartengono alla stessa fascia di età ma non hanno figli, i genitori di TikTok hanno maggiori probabilità di pubblicare articoli su elettrodomestici, snack, affari, automobili e prodotti alimentari”.

Lo shopping sui social media

Lo shopping online è uno dei preferiti per i genitori impegnati, soprattutto perché consente di leggere recensioni e prendere decisioni informate su prodotti e servizi. Queste informazioni provengono sempre più dagli influencer. Durante il COVID, il 20% delle mamme ha cercato più spesso contenuti da influencer e la maggior parte rimane impegnata con quegli influencer che hanno già seguito in passato, anche su TikTok.

Secondo uno studio, le mamme millennial mettono “mi piace” o raccomandano i prodotti online in media 10,4 volte al mese. Questa generazione è più propensa rispetto alla mamma media a fornire opinioni e pareri in merito all’acquisto dei prodotti.

I genitori costituiscono una fetta attiva e in rapida crescita della comunità di TikTok e la loro influenza si estende ben oltre il semplice like.

@tj_therrien

How your kids brush their teeth. #dadsoftiktok #momsoftiktok #marriedlifehumor #FamilyImpression

♬ original sound – 🍩 I’m TJ 🍿

Conclusioni

TikTok e la sua community cresce sempre più esponenzialmente, allargando la sua fascia d’età. Così come ad esempio successo con Facebook, anche in questo caso si assiste ad un avanzamento dell’età media della popolazione del social, oggi più eterogenea rispetto a qualche anno fa. Questo potrebbe rappresentare un interessante dato da prendere in considerazione per le proprie campagne di social media marketing.