Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Chatbot: cosa sono e perchè sono importanti durante le feste

chatbot-cosa sono-perchè sono importanti per la tua azienda

Chatbot: come la tua azienda può utilizzarli per il suo business

I chatbot si stanno rapidamente affermando come il nuovo modo di comunicare tra consumatori e aziende e le imminenti festività offrono una grande opportunità di utilizzarli per migliorare l’esperienza del cliente e di incidere positivamente sulle vendite.

Se non sai ancora cosa sono i chatbot e in che modo la tua azienda può coglierne i benefici, continua a leggere questo post.

Le aziende internazionali hanno dato il via a questa tendenza ma anche le aziende più piccole stanno iniziando ad adottare questa tecnologia e i clienti iniziano ad aspettarseli.

In definitiva l’intelligenza artificiale potrebbe tornarti molto utile per incrementare le vendite.

Chatbot: cosa sono?

Una domanda che sorge spontanea è: cosa significa chatbot? A cosa serve?

I chatbot sono essenzialmente programmi per computer progettati per simulare una conversazione umana attraverso un’app di messaggistica. Nel mercato al dettaglio e nei settori dei servizi, i chatbot assumono spesso il ruolo assegnato a operatori del servizio clienti.

Chatbot: le origini

Il primo ad utilizzare il termine chatbot fu Michael Mauldin nel 1994, coniato per descrivere programmi conversazionali.

Se scaviamo ancora di più nel passato, si rinviene un interessante contenuto, pubblicato dal famoso Alan Turing nel 1950 dal titolo Computing Machinery and Intelligence, dove già si accenna allora all’argomento delle macchine intelligenti e dove propose un criterio utile (oggi chiamato Test di Turing) in grado di comprendere se una macchina è in grado di pensare. Per soddisfare questo specifico criterio, un software deve fingere di essere umano in una conversazione in tempo reale in modo che l’interlocutore non sia in grado di distinguere, basandosi solo sul contenuto della conversazione, se stia discutendo con un programma o con un essere umano.

Chatbot: come funzionano e chi le usa

I chatbot fanno uso della Tecnologia di elaborazione del linguaggio naturale (NLP) per funzionare allo stesso modo degli assistenti vocali, come Siri e Cortana. Alcuni chatbot guidano semplicemente le persone lungo gli alberi decisionali – simili a quelli che potresti trovare sulle linee di assistenza clienti automatizzate – mentre altri offrono un’esperienza di conversazione abbastanza autentica!

I chatbot sono ancora relativamente nuovi: il 41% delle aziende aveva già implementato i chatbot o si stavano preparando a farlo a partire dal 2017 e naturalmente i grandi nomi della tecnologia e della vendita al dettaglio, come Microsoft, Amazon, Apple, Facebook, hanno aperto la strada ai propri chatbot. Tuttavia questi non sono solo utile per le grandi aziende. Si prevede infatti che nel prossimo futuro i chatbot siano coinvolti nell’85% delle interazioni business-consumatore.

Questi programmi stanno diventando quindi sempre più il metodo preferito dai consumatori per interagire con i brand quando cercano informazioni o richiedono assistenza.

Perché i consumatori usano i chatbot?

A differenza delle linee di servizio automatizzate, i consumatori sembrano davvero apprezzare i chatbot.

In parte è perché questi raggiungono i consumatori dove stanno già spendendo il loro tempo in rete. Più del 45% della popolazione degli Stati Uniti infatti utilizza app di messaggistica e questo numero è in continuo aumento.

I chatbot sono anche molto più veloci e più efficienti delle loro alternative. Disponibili 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, offrono ai consumatori risposte chiare e quasi istantanee ai loro quesiti.

Quando i consumatori hanno una domanda semplice, non devono scavare tra una pila di domande frequenti, attendere attraverso lunghi messaggi pre-registrati o restare in attesa con il servizio clienti per ottenere una risposta.

La convenienza è sempre un grande richiamo per i consumatori – e questa è il motivo per cui il 56% di questi preferirebbe inviare messaggi a un negozio piuttosto che chiamare il servizio clienti.

I chatbot attingono a una vasta gamma di informazioni e li mettono a portata di mano del consumatore. Non c’è motivo di andare in un negozio o aspettare il servizio clienti al telefono quando puoi ottenere semplicemente un’esperienza speculare attraverso una conversazione online.

Come può un chatbot aiutare la tua azienda a Natale?

I chatbot hanno il potenziale per cambiare drasticamente il gioco dello shopping natalizio per i tuoi consumatori e migliorare le vendite durante le festività in generale.

Ecco di seguito, i 6 modi migliori in cui la tua azienda può utilizzare i chatbot durante le feste.

1. Consigli sui regali da fare

La strategia di marketing per le vacanze – e la conseguente strategia sociale – si concentra sul dono. Più di un quinto dei consumatori, il 22%, afferma di essere disposto a utilizzare un chatbot per trovare l’ispirazione per i propri acquisti e tale numero potrebbe aumentare vicino alle festività natalizie!

Il tuo chatbot può facilmente utilizzare risposte automatiche per guidare gli utenti verso percorsi interattivi a seconda delle risposte che scelgono per domande come “Per chi è questo regalo?” E “Quanto vuoi spendere?” Migliora ulteriormente l’esperienza del cliente aggiungendo immagini dei regali suggeriti alle conversazioni e un pulsante di invito all’azione guiderà i consumatori attraverso la canalizzazione di vendita.

2. Lista dei desideri

Puoi anche incoraggiare i tuoi clienti esistenti a creare liste dei desideri che possono inviare a familiari e amici con un click. Le wishlist possono aiutare a trovare il regalo perfetto per molte persone. I genitori, in particolare, possono apprezzare le liste dei desideri dei loro figli e facilitarsi il compito.

Naturalmente, non si può dimenticare di includere più immagini e pulsanti di invito all’azione per rendere più facile per chiunque si trovi dall’altra. La convenienza è sempre la chiave per il successo della chat.

3. Notifiche Handy Push

Lo sapevi che il tasso di apertura di una chat è del 75%? Dato che un tasso di apertura del 5% -10% è ottimo per i messaggi di email marketing, il 75% sembra davvero incredibile – ma questo è esattamente quello che puoi ottenere se usi i chatbot tramite Facebook Messenger!

Questi infatti ti consentono di raggiungere direttamente i consumatori con notifiche strategiche e migliorare le tue attività di marketing e di ricerca locale. Puoi incoraggiare le conversioni con offerte a tempo limitato, offerte speciali gratuite o spedizioni comprese nel prezzo.

Potresti anche considerare di provare alcune delle tue offerte a tempo limitato nelle precedenti interazioni di un consumatore con un chatbot. Ad esempio, se un consumatore ha chiesto informazioni sulle idee regalo ma non ha mai effettuato un acquisto, un’offerta di sconto del 20% potrebbe essere la spinta ultima che potrebbe finalmente convertire!

4. Informazioni pratiche sulla spedizione

La spedizione è una grande preoccupazione durante le festività natalizie e il servizio del tuo marchio in quest’area può creare o distruggere la tua attività.

Puoi utilizzare un chatbot per semplificare la ricerca di tutte le informazioni sulla spedizione, che i clienti devono conoscere prima dell’acquisto, compresi i tempi di consegna stimati, le opzioni consentite e l’ultimo giorno di acquisto se desiderano la consegna entro Natale. Il tuo chatbot può anche fornire ai clienti che hanno effettuato acquisti, informazioni aggiornate sul tracciamento e su come ottenere un reso.

5. Informazioni sulla prenotazione facile

Se la tua azienda è nel settore alberghiero o della ristorazione, i chatbot possono facilitare i tuoi clienti.

Il 33% dei consumatori afferma di essere disposto a prenotare la cena o l’alloggio tramite un chatbot. Quindi perché non mettergli a disposizione il servizio?

Se sei un ristorante che non accetta prenotazioni, puoi utilizzare i tuoi chatbot per rispondere alle domande dei consumatori sulla durata dell’attesa per un tavolo o sui menù speciali del giorno. Pensa alle cose che i tuoi clienti possono trovare senza dover chiamare ogni volta.

6. Le vendite post-Natale

Non dimenticare di utilizzare i tuoi chatbot anche dopo le vacanze! È possibile infatti utilizzare nuovamente le notifiche push agli utenti e ai clienti precedenti per avvisarli delle vendite e delle occasioni disponibili.

Questa è anche una grande opportunità per ricordare agli utenti che si sono lasciati dietro qualcosa in un carrello. Potresti trovare consumatori pronti e disposti a spendere i loro soldi per qualcosa che hai da offrire.

Considerazioni finali

I chatbot sono un modo eccellente per comunicare con i consumatori quando questi pensano ad un acquisto. Possono aiutare le piccole imprese a vendere prodotti e migliorare l’esperienza del cliente prima, durante e dopo un acquisto.

In un mercato sempre più competitivo, le buone esperienze dei clienti sono ciò che può differenziare un marchio da un altro. Quindi non lasciare che la tua azienda rimanga indietro, poiché i chatbot si stanno affermando come uno strumento standard del mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *