AS Roma contro la violenza sulle donne con la campagna “Amami e basta”

0
433
as roma violenza sulle donne

AS Roma al fianco delle donne per combattere la violenza di genere con la campagna “Amami e basta”

La violenza sulle donne, in qualsiasi forma, sia fisica che psicologica, continua a rappresentare una delle maggiori violazioni dei diritti umani a livello globale. Non è mai giustificabile. È appunto violenza!

Purtroppo l’emergenza Covid-19 ha aumentato casi di violenza domestica sulle donne. A parlare sono propri i dati ministeriali. Infatti proprio a causa del lockdown, molte donne sono costrette a convivere con i loro “carnefici”.

Ed ecco una bella iniziativa promossa dall AS Roma, che vi descrivo nelle righe che seguono!

AS Roma accanto alle donne vittime di violenza con la campagna “Amami e basta”

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, Roma Cares e Roma Capitale hanno lanciato la campagna di sensibilizzazione “Amami e basta” per dire davvero basta a violenze e soprusi. Questa campagna di comunicazione vede protagoniste le mogli o compagne dei giocatori del brand calcistico giallorosso con l’obiettivo di contrastare la violenza di genere mediante, tra le altre cose, la realizzazione di un calendario.

Durante la presentazione in Campidoglio è intervenuta anche Amra Dzeko, moglie del bomber bosniaco della Roma, che ha affermato:

«Sono cinque anni che vivo a Roma e osservo l’attività che Roma Cares svolge. Quando il responsabile di Roma Cares mi ha chiesto di aiutarlo a portare avanti questa campagna contro la violenza sulle donne, mi sono sentita in dovere di rispondere presente. Come madre, ho ritenuto giusto giusto spendermi per questa nobile causa, che non solo condivido, ma propongo come moglie del capitano della Roma a tutte le donne e agli uomini di sostenerla. Spero di toccare le coscienze e iniziare a cambiare le cose».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AS Roma (@officialasroma)

Anche Guido Fienga, il CEO del club capitolino, è intervenuto a riguardo, dichiarando:

«Abbiamo notato estrema sensibilità nelle famiglie dei nostri giocatori. Le mogli e le compagne hanno sviluppato il progetto. Abbiamo sfruttato l’occasione del calendario per poter riflettere su un tema che il lockdown ha reso più evidente. Le mogli dei nostri giocatori, che io chiamo le nostre campionesse, hanno immediatamente aderito e collaborato all’ideazione dell’idea. Lo scopo è quello di dare eco e visibilità alle iniziative per aiutare le donne. Si vuole fornire supporto economico alle donne per emanciparsi, così da dargli una libertà importante».

In cosa consiste la campagna di sensibilizzazione

L’intesa tra Roma Cares, l’Onlus di Responsabilità e Sostenibilità sociale della AS Roma fondata nel 2014, e l’Amministrazione Capitolina prevede che il ricavato delle vendite venga interamente devoluto all’attivazione di percorsi di formazione, finalizzati all’inserimento nel mondo del lavoro delle donne attualmente accolte presso diverse strutture di Roma. Anche il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri sostiene la campagna, mettendo a disposizione il numero antiviolenza e stalking 1522.

Il calendario si potrà acquistare a partire dal 28 novembre presso gli AS Roma Store e dal 1 dicembre su asromastore.com e nelle edicole della Capitale. Ogni pagina del calendario contiene un codice QR, che rinvia alla pagina ufficiale di Roma Capitale dove sono elencate tutte le strutture antiviolenza sul territorio cittadino.

In tutto il nostro Paese molte donne subiscono violenza e molte non denunciano neanche il reato subito. Con #AmamiEbasta si dà voce e visibilità alle tante donne stremate dalla violenza e dalla violazione dei loro diritti.

«Dalla messa in rete di risorse, idee e servizi possono nascere nuove importanti opportunità per i cittadini. L’iniziativa “Amami e basta” rientra appieno nelle iniziative virtuose di condivisione e impegno comune, che come Amministrazione incentiviamo e sosteniamo da sempre. Insieme alla Fondazione Roma Cares abbiamo dato vita già ad altre importanti iniziative, tra cui in quest’anno delicato il centro estivo gratuito dedicato a bambini le cui famiglie si trovano in condizioni di fragilità economica e sociale. Sono azioni concrete, che fanno la differenza per tanti. Ringrazio il Dipartimento Pari Opportunità, la Fondazione dell’AS Roma e tutti coloro che hanno contribuito al lancio di questa nuova iniziativa, insieme ai tanti cittadini che con un piccolo gesto sapranno di aver messo un tassello in più nel percorso di fuoriuscita dai maltrattamenti delle donne seguite dai nostri servizi antiviolenza», ha affermato, Veronica Mammì, l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale.

Conclusioni

La violenza sulle donne non è un problema temporaneo, ma ormai è considerato strutturale. Riguarda tutti e ognuno di noi può scegliere se voltarsi dall’altra parte o prendere posizione. La squadra giallorossa ha deciso di intervenire, perché lo sport è una disciplina dedita all’educazione e al rispetto. I giallorossi non solo portano in campo valori imprescindibilmente positivi ma diffondono, con questa campagna, il messaggio che è possibile sottrarsi alla violenza e chiedere aiuto.

Il mondo del calcio è particolarmente legato a temi quali responsabilità e sostenibilità sociale, e abbatte ogni tipo di barriera con le sue campagne di sensibilizzazione. La magia del calcio è anche questo e la Magica Roma con la sua Onlus ne è un bell’esempio da emulare.