Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Amazon Influencer Program: tra magia e disillusione

© by fortune.com
Signori e Signore ci risiamo. Chiusi gli ombrelloni, riposti i costumi e tornati tristemente sulle nostre scrivanie è arrivato il momento di alleviare il trauma post ferie con un nuovo articolo targato PopUp Magazine. 
Oggi abbiamo deciso di parlarvi dell’ Amazon Influencer Program pensato per gli Youtubers più popolari.  

Che cos’è l’Amazon Influencer Program?

Per cavalcare l’onda del cospicuo numero di personaggi celebri che giornalmente appaiono sugli smartphone di persone in tutto il mondo, Amazon ha deciso di creare un self-service tool per gli YouTube influencers per fare in modo che essi sposassero l’Influencer Program al quale l’azienda statunitense ha pensato. 

Secondo Sir Martin Sorrell, boss di  WPP, una multinazionale nei settori della pubblicità e delle pubbliche relazioni, Amazon si candida a pieni voti per diventare il terzo gigante del web dietro Google e Facebook, dei quali vorrebbe diventare l’antagonista principale. Ecco perché lo scorso giovedì senza averlo annunciato prima, Amazon ha concluso la fase beta e lanciato il nuovo programma. Inizialmente l’Influencer Program era stato lanciato, in fase beta per l’appunto, in primavera per consentire agli influencer di creare le loro pagine all’interno delle mura di Amazon così da fungere da vera e propria vetrina per i loro prodotti preferiti.

La mossa strategica, come riporta Thedrum, è stata per prima rivelata da TechCrunchun blog statunitense che si occupa di tecnologia ed informatica, e successivamente Amazon ha confermato con queste dichiarazioni:

“Abbiamo recentemente abilitato uno strumento di self-service per gli influencers di YouTube solo per poter permettere loro di registrarsi al programma Amazon Influencer”.

 

Come funziona

Ma come funziona l’Amazon Influencer Program? Sostanzialmente esso si basa sul programma di affiliazione già esistente di Amazon Associates fornendo agli influencer la propria pagina unica su Amazon, sulla quale gli stessi possono curare liste di raccomandazioni su vari prodotti da consigliare ai loro seguaci.

Influencer program di Amazon

Ciò significa che il traffico sarà deviato direttamente sul sito Amazon da un URL che potrebbe essere inserito, ad esempio, sotto un video di YouTube o all’interno di un post sul blog dell’influencer in questione in modo da dirigere i visitatori al sito.

In tutto ciò, ovviamente, il sistema si basa su commissioni, ciò vuol dire che ogni qual volta che un cliente acquista il prodotto consigliato dallo Youtouber, lo stesso guadagna una somma pattuita in precedenza. 

Insomma si scrive Amazon Influencer Program ma si legge sistema infallibile e azzeccatissimo aggiungerei io, per aumentare le vendite inserendosi nel ridente ecosistema degli influencer.  

Le opinioni dei guru del settore

A dire il vero a definirla una mossa più che intelligente sono in molti, tra cui anche Mat Donegan, amministratore delegato di Social Circle, una piattaforma che collega i cosiddetti “creatori” con i brand: 

“E’ interessante che Amazon non paghi direttamente per i contenuti creati ma piuttosto offra commissioni sulle vendite. Gli influencer sono talenti creativi che spendono tempo e risorse per creare e curare contenuti di cui il loro pubblico potrà godere, quindi è importante valorizzarli quando si costruiscono relazioni efficaci tra loro e i brand. Ad ogni modo il successo dell’ Influencer Program di Amazon, che sembra ancora essere poco più di un esperimento, dipenderà interamente dal fatto che gli influencer comprenderanno o meno il valore della sponsorizzazione dei prodotti su commissioni e dalla loro capacità di utilizzo dello strumento.

Conclude dicendo:“Dovrà essere uno strumento ancora più semplice e ancor più gratificante di quelli già esistenti e lo dovrà essere tanto per i creatori quanto per i loro followers.”

Attualmente l’Influencer Program di Amazon sta interessando solo gli influencer che dispongono di un profilo YouTube. Ovviamente non basta dire di essere un influencer per entrare a far parte di questa cerchia, mica tanto ristretta, di nuovi consiglieri per gli acquisti. L’applicazione infatti scansiona il profilo dell’influencer considerandone il grado di reach, qualità, interesse dei fan e pertinenza. Manco a dirlo, nel futuro, Amazon vorrà aprire il suo programma anche agli influencer con più seguito su Twitter, Instagram e così via. 

“E’ un passo davvero importante nel cammino di maturazione dell’ influencer marketing, ma dovremmo aspettare ancora un po prima di poter capire se si tratta di qualcosa di positivo o meno.” Questo è il pensiero di Felix Morgan, senior strategist and innovation lead della giovanissima agenzia di marketing Livity, che ritiene che l’Influencer Program di Amazon sia in grado di  fornire una struttura più robusta per un flusso di entrate che diversamente sarebbe inutilizzato dagli influencer, oltre a rendere più facile per i brand misurare l’impatto del loro lavoro sugli utenti. Certo è che si corre il rischio di spingere ulteriormente l’influencer marketing a divenire la copia del marketing tradizionale, perdendo così alcuni degli elementi chiave che rendono le opinioni delle persone piene di valore. 

“È una mossa indiscutibilmente importante che aiuterà i marketer tradizionali a prendere maggiormente sul  serio gli influencer, ma allo stesso tempo potrebbe essere un altro passo verso la compromissione della loro magia”.

Il trade off è dunque servito: come utenti, come pubblico e come acquirenti avremo un ulteriore strumento per comprendere cosa si meglio acquistare ma come persone perderemo ancor di più la fiducia nell’autenticità che il mondo digitale non è più in grado di regalarci. 

Secondo voi quindi questo programma riscuoterà successo sul pubblico oppure è destinato a fallire? Se vi va rispondeteci e discutiamone insieme!

2 Comments

Leave a Reply
    • E’ comunque la versione Beta. Ci saranno secondo me dei cambiamenti e quindi staremo quindi a vedere cosa accadrà in futuro. Ti ringrazio della tua opinione e mi raccomando, continua a seguirci! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *