Engagement su Facebook: come rendere gli utenti i protagonisti

Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Engagement su Facebook: come rendere gli utenti i protagonisti

Facebook è uno dei principali social media mondiali e sempre più persone utilizzano questo strumento nel loro tempo libero (e anche mentre sono al lavoro).

L’obiettivo di qualsiasi azienda diventa l’ engagement su Facebook con i propri fan.

Infatti oggi sono molti i brand che hanno deciso di investire su questo canale per avere un contatto diretto con i propri clienti o potenziali tali. Per questo sempre più aziende aprono e gestiscono, con alterne fortune, una fan page, su cui postare contenuti con i quali comunicare.

Con lo sviluppo del canale social e con l’avvento di società di consulenza specializzate sull’argomento, si è cercato di sviluppare delle tecniche e delle metodologie specifiche per aumentare il grado di partecipazione del pubblico. In questo articolo cercheremo di dare alcuni consigli per costituire dei post che siano visibili e stimolanti per il proprio pubblico.

Per iniziare la modalità di scrittura: è preferibile un modo di scrivere semplice e conciso, ma che stimoli l’azione da parte del pubblico. Porre domande, chiedere un parere o chiedere di raccontare la propria esperienza personale è il miglior modo di stimolare un pubblico che non aspetta altro (e peraltro il social è creato apposta per questo).

Un altro consiglio riguarda poi la punteggiatura: gli hashtag consentono di migliorare il coinvolgimento degli utenti poiché migliorano la ricerca per argomento, mentre scrivere tutto maiuscolo è percepito come urla e come minaccia, non producendo effetti positivi sul proprio pubblico.

Un altro elemento importante è rappresentato dalle immagini: inserire immagini nel proprio post aumenta in maniera esponenziale il tasso di like, commenti e condivisioni del proprio post.

Ovviamente il contenuto è estremamente importante: deve interessare ed essere attinente al brand e alla propria attività, poiché si rischia di essere fuori tema oppure non interessare il target visitatore della pagina.

Altro discorso a parte merita di essere approfondito: quando postare sulla pagina fan. In molti pensano che postare quando il target è fuori dal lavoro aumenti il tasso di risposta e di engagement su Facebook: hanno perfettamente ragione! Ma da questo punto di vista deve essere fatta un’analisi preventiva del target che visita o che avrebbe interesse a visitare la mia fan page. Mi spiego meglio: le casalinghe avranno un orario prestabilito in cui si connettono ad Internet e ai Social media, e coincide con la tarda mattinata o la sera dopo la cena. I lavoratori invece si connetteranno dopo le 17, mentre gli studenti sono collegati dopo le 21 in misura maggiore rispetto all’intero arco della giornata.

Un appunto su questo argomento è che ormai l’orario a cui postare i propri contenuti sembra un po’ superato con l’avvento del mobile: siamo sempre connessi e pronti all’ engagement su Facebook.

Nella caccia al like e al dialogo con i propri fan ogni brand deve immedesimarsi profondamente nella mente e nello spirito del suo fan ideale e cercare di carpire ciò che l’utente vuole. In questo modo si riuscirà a instaurare un filo diretto con loro e renderli felici e soddisfatti nei nostri confronti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *