L’ E-commerce nel largo consumo

Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

L’ E-commerce nel largo consumo

Come cambiano i comportamenti degli Italiani - Nuovo report Nielsen 2105

Internet ha rafforzato la propria centralità nella vita degli italiani. Nel 2014 si sono connessi a internet 21,7 milioni di utenti medi al giorno, in media per 1 ora e 55 minuti. L’aumento dell’audience è dovuto soprattutto all’uso del mobile: ben il 39% degli accessi a internet in un giorno medio avviene esclusivamente da mobile, registrando un forte aumento rispetto all’inizio dell’anno (+33%). (Fonte: Audiweb powered by Nielsen).

La centralità del digital però non si esaurisce solo nella fruizione di internet ma diventa sempre più rilevante anche dal punto di vista dei consumi e dello shopping. I connected devices vengono utilizzati lungo tutto il path to purchase: il 60% degli italiani fa browsing online prima di acquistare in negozio, il 46% si fa consigliare da reviews online e 1 italiano su 4 utilizza lo smartphone in store per cercare sconti e promozioni. A conclusione di questi processi d’acquisto digital avviene l’e-commerce, anch’esso abilitato dalla crescita di smartphone e tablet: lo scontrino medio di chi acquista online utilizzando tutti i devices è 2,3 volte più alto di chi acquista solo da PC (Fonte: Nielsen Global Survey, 2014).

Evoluzione dell’e-grocery

L’e-commerce nel largo consumo rimane ancora la punta di un iceberg, un fenomeno però che cresce a doppia cifra. A fine 2014 vale 375 milioni di euro (+18% vs. dicembre 2013) con una penetrazione del 16,9% nelle famiglie italiane (+12%). Nonostante i numeri siano ancora relativamente contenuti rispetto a Francia e UK, dove la penetrazione ormai passa il 30%, l’e-grocery vanta un’elevanta spesa media per atto (35€ vs. 16€ a totale Italia) e una fedeltà al canale del 4% (Fonte: Nielsen Homescan, Dicembre 2014). Inoltre, si tratta di un settore in cui la frequenza d’acquisto potenziale è molto elevata rispetto al resto degli acquisti di e-commerce, per cui l’interesse dei players operanti anche in altri settori si mostra molto elevato.

In particolar modo, l’interesse si concentra su alcune categorie del largo consumo quali ad esempio il caffè con il caso di successo di Nespresso, oppure tutto il mondo del fresco che viene acquistato online da quasi il 5% degli italiani, grazie anche a fenomeni quali Cortilia che si dedicano solo al mondo della frutta e della verdura. Infine risulta molto dinamico il mercato delle bevande, che rispetto all’anno precedende cresce del 18% a valore.

Il mondo digital in Italia

Ma alla fine, chi sono questi e-grocery shoppers?

I dati ci dicono che gli acquirenti online sono concentrati soprattutto al nord (area 1), hanno meno di 45 anni e fanno parte di famiglie con figli. Inoltre, si tratta di persone con un reddito medio-alto, sfatando così il mito che online si acquisti solo per cercare di risparmiare.

(Fonte: Nielsen Homescan).

Profilo degli acquirenti online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *