Campagne di Content Marketing: errori da evitare

Condividi, , Google Plus, Pinterest,

Stampa

Posted in:

Campagne di Content Marketing: errori da evitare

© by michelepapaleo.it

Campagne di Content Marketing

Obiettivi e attività da sviluppare

Il Content Marketing è l’insieme delle attività sviluppate da un brand con l’obiettivo di offrire agli utenti un insieme eterogeneo di contenuti, atti a intrattenere il proprio pubblico, sia on-line che off-line.

Ovviamente l’obiettivo finale di qualsiasi azienda è quella sviluppare delle Campagne di Content Marketing, utili ad aumentare le vendite ed il fatturato aziendale. Con lo sviluppo del web, questo tipo di attività risulta evidentemente prevalente in qualunque realtà produttiva, piccola o grande che sia, poiché consente di farsi conoscere, intrattenere un rapporto con il proprio pubblico, aumentare l’awareness al brand, e ovviamente aumentare le probabilità di concludere una transazione economica con il potenziale lead.

Di seguito i principali contenuti di una campagna (immagine tratta dal sito Mashable):

content marketing

 Negli States questa disciplina è molto apprezzata ed è stato inoltre creato il Content Marketing Institute, che ci aiuta in questa questa attività, e fra gli evangelist più appassionati per questo argomento vi sono David Meerman Scott, Handley, Chapman, Joe Pulizzi. Anche nel nostro paese si sta sviluppando l’argomento, con sempre nuovi contenuti disponibili, libri e siti Internet che parlano dell’argomento (tra i quali ci siamo anche noi nel nostro piccolo).

Di seguito vi mostriamo un’immagine, che fa parte di un’infografica pubblicata sul sito Mashable, che tende a fornire maggiori informazioni sugli obiettivi sottesi alle Campagne di Content Marketing:

content marketing

Ma quali sono gli errori più comuni che si commettono nelle Campagne di Content Marketing?

Ovviamente non tutte ciambelle escono col buco, e ci sono in molti casi delle campagne che non raggiungono gli obiettivi sperati. E ciò per un insieme di ragioni, che adesso andremo ad analizzare insieme. Infatti il successo del Content Marketing dipende dal modo in cui viene eseguito dal brand (o dall’agenzia che si occupa di sviluppare e porre in esecuzione il piano): ci sono degli errori che spesso ne compromettono l’efficacia.

Vediamoli adesso insieme, grazie all’aiuto del sito visibilitymagazine.com:

Mancano contenuti di qualità che risolvano il problema dell’utente

Prima di tutto il successo di una campagna dipende dalla qualità dei suoi contenuti e nella risoluzione di un problema per l’utente. Infatti, quando si naviga in rete si cerca sempre di risolvere un problema, e ricercare informazioni su un particolare tema d’interesse. Ma se, una volta aperto il contenuto web, questo non risolve il nostro dubbio, o non da informazioni esaustive a riguardo, non solo non risolve il nostro problema, ma farà in modo che la prossima volta che ci imbattiamo in quello stesso sito, non ci clicchiamo più, poiché non abbiamo più fiducia in quello che può offrirci. E ciò porta a non avere il traffico che il brand si attende.

SEO quanto SEI importante!

Ovviamente quando si parla di Search Engine Optimization, si fa riferimento alla capacità del contenuto, attraverso un insieme di tecniche, di apparire tra i primi risultati dei motori di ricerca, in primis Google. Ovviamente più siamo bravi con il nostro contenuto (che attenzione deve essere qualità, quindi leggere sopra) ad apparire tra i primi risultati per una certa parola chiave/argomento, più abbiamo possibilità di generare traffico, e quindi raggiungere in modo più semplice i nostri obiettivi di business. Se invece ci indicizziamo in pagina 10 per quella parola chiave, che speranze abbiamo di essere letti? Attenzione poi alla relazione tra numero di competitor e ricerche medie mensili: anche se riusciamo ad indicizzarci in prima pagina su Google, è bene che l’utente ricerchi quella parola chiave, altrimenti sarà tutto tempo sprecato..

Manca una call to action chiara

Se riusciamo a ottenere un buon traffico sulla nostra pagina siamo a buon punto. Ma un altro aspetto ritenuto fondamentale è la call to action, che deve essere chiara fin da subito. Questa non è altro che un invito all’azione, che si pone come obiettivo quello di raccogliere i dati dell’utente, in cambio di un “regalo” che noi gli forniamo, come scaricare gratuitamente un white paper o una guida, uno sconto, o prendere parte ad un concorso, e così via.

Se manca una call to action chiara, come facciamo a raccogliere i dati che ci servono???

Manca il lavoro di squadra

Oggi è impensabile che una sola persona possa svolgere il lavoro di 10 persone. Ogni professionista sarà forte e competente su una data attività (Social Media Marketing, SEO, Web Design, solo per citarne alcune), ed è quindi giusto che un progetto sul web preveda l’inclusione di competenze e professionalità diverse ed eterogenee, che però abbiano il medesimo obiettivo: il raggiungimento del risultato!

Conclusioni

Quando eravamo piccoli i nostri genitori ci dicevano sempre che sbagliando si impara. Bhè questo vecchio detto è ancora più valido quando si parla di Campagne di Content Marketing, poiché solo provando e riprovando, maturando la giusta esperienza sul campo, si possono comprendere i veri errori che si commettono, e risolverli in maniera brillante, facendo si che i nostri obiettivi siano raggiunti in pieno.

Quali sono, secondo voi, gli errori più evidenti che voi osservate nella realizzazione delle campagne dei brand sul web? Se vi va ci farebbe piacere che postiate anche degli esempi pratici, che possono rappresentare oggetto di discussione, o perchè no, argomento per il prossimo articolo di Pop Up Magazine!

One Comment

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *